di Silvia Barbieri

 

 

Piazza della Santissima Annunziata è una delle più importanti e antiche piazze di Firenze, si trova nel cuore della città, vicino al Duomo e Piazza San Marco. Qui trovate la basilica della Santissima Annunziata e lo Spedale degli Innocenti, un istituto molto importante, dove per 400 anni, sono stati ospitati, curati e cresciuti molti bambini orfani o abbandonati. 

annunziata blog3

di Giulia Barca

IL GALATEO A TAVOLA IN ITALIA

Si fa o non si fa?

Quanto conosci le regole e le abitudini degli italiani a tavola, al bar e al ristorante?

Fai il test e scopri il tuo livello di italianità!

giulia spaghetti blog

  • Normalmente a colazione:
  1. si mangia il pane con burro e marmellata
  2. si mangia salato
  3. si mangiano le uova strapazzate con il prosciutto
  • Prima di cominciare a mangiare:
  1. si dice “cin cin”!
  2. si mette il tovagliolo intorno al collo
  3. si dice “buon appetito”!
  • Al bar normalmente:
  1. si dice “voglio un caffè, grazie” 
  2. si beve un caffè in piedi al bancone
  3. nel pomeriggio o la sera si ordina un bel cappuccino!
  • E con gli spaghetti che si fa?:
  1. si mangiano gli spaghetti con forchetta e cucchiaio
  2. si tagliano gli spaghetti con il coltello
  3. si usa la forchetta per avvolgere gli spaghetti
  • Al ristorante:
  1. si mette il tovagliolo sulle gambe
  2. si lascia la mancia sul tavolo
  3. si fanno rumori con il corpo
  • In generale, a tavola:
  1. si appoggiano i gomiti sul tavolo
  2. si mangia l’insalata come antipasto
  3. si mangia a bocca chiusa
  • Ancora al ristorante…
  1. si fa “la scarpetta” (cioè si raccoglie il sugo rimasto nel piatto con un pezzo di pane)
  2. ci si pulisce la bocca con il tovagliolo prima di bere
  3. si annusano i cibi prima di mangiarli in segno di gradimento
  • A tavola, in famiglia:
  1. si prende il cibo dal piatto di portata con la forchetta personale
  2. si comincia a mangiare quando tutti hanno il cibo nei piatti
  3. si mangiano antipasto, primo, secondo, contorno, dolce
  • A cena a casa di amici: 
  1. a fine pasto si beve un amaro (o anche detto “ammazzacaffè”)
  2. si fuma a tavola tra una portata e l’altra
  3. si mette il cellulare sul tavolo
  • A tavola con la famiglia e con gli amici per un’occasione importante:
  1. si prende il sale con le dita
  2. si mescola il vino con l’acqua
  3. si offre la parte migliore da mangiare agli altri commensali

cin cin blog

Soluzioni: 

  • a 2) c   3) b   4) c   5) a   6) c   7) b   8) b   9) a 10) c

Da 8 a 10 risposte esatte:

Complimenti! Il tuo livello di italianitàè ottimo! L’Italia e gli italiani non hanno segreti per te. Vieni a trovarci e scoprirai tante altre curiose informazioni!

Da 4 a 7 risposte esatte: 

Sei sulla buona strada, il tuo livello di italianitàè molto buono ma potresti sempre migliorare. Vieni a trovarci e potrai aumentare e migliorare le tue conoscenze!

Da 0 a 3 risposte esatte:

Coraggio! Ci sono ancora molte cose da scoprire sulle abitudini degli italiani, ma non devi preoccuparti! Vieni a trovarci e vedrai! 

 

Speriamo di poter riaprire presto la scuola, intanto (e anche dopo!) le lezioni di italiano sono online

https://abcschool.com/en/courses/italian-courses-online-skype

di Gian Michele Pedicini


Sicuramente molti di voi conoscono la canzone 'O sole mio, una delle canzoni italiane più famose al mondo. Moltissimi artisti negli anni hanno interpretato questo successo, come Elvis Presley (It's now or never), Luciano Pavarotti, Tony Bennett, Jorge Negrete e tanti altri.

o sole mio1

di Francesca Buonfiglio

Piccolo alfabetiere fiorentino

In questo breve articolo ho voluto raccogliere alcune espressioni tipiche del “dialetto” fiorentino. Mi sono basata sul libro  “A Firenze si parla così: frasario moderno del vernacolo fiorentino” di Renzo Raddi, scrittore di Firenze molto attento a documentare la più pura tradizione del vernacolo fiorentino. Ho scelto per ogni lettera un’espressione per me familiare, divertente e molto usata.

 

come… ACQUA IN BOCCA (Acqua ‘n bocca): non far parola, mi raccomando! Proprio come uno che avendo del liquido in bocca, non potesse aprirla per timore di perderlo.

silenzio

di Linda Rossini 

 

Risotto ai carciofi aromatizzato ai pronomi - Facciamo una ricetta con Linda

Come si puliscono e si cucinano i carciofi?

Tante volte i miei studenti mi hanno fatto questa domanda. Proviamo insieme a fare un primo piatto a base di carciofi, con un pizzico di imperativo e pronomi.

linda carciofi

 

PINOCCHIO IN CASA SUA: LE AVVENTURE DI PINOCCHIO TRA SESTO FIORENTINO E FIRENZE

di Francesca Buonfiglio 

L’autore del libro "Pinocchio in casa sua", Nicola Rilli, era un appassionato studioso di etnologia e di archeologia. Si trasferì a Firenze dove lavorò a “La Nazione” come correttore di bozze. Successivamente il Marchese Gerini lo ospitò con la famiglia nella sua villa di Colonnata e in questo periodo Rilli pubblicò “Pinocchio in casa sua”.

pinocchio per blog franci panorama

 di Silvia Barbieri

 Il Brindellone 

Dal 1622 a Firenze il giorno di Pasqua esiste un’antica tradizione, lo Scoppio del Carro, chiamato dai fiorentini “Brindellone”. 

scoppio carro blog1

La domenica di Pasqua questo particolare carro attraversa il centro storico della città e circondato da musici e sbandieratori arriva in piazza Duomo, tra il battistero e la cattedrale di Santa Maria del Fiore. 

Qui grazie ad un lungo filo di ferro che unisce il carro ad una colonna di legno nel centro del duomo, una “Colombina”, ossia un razzo a forma di colomba, deve attraversare tutta la cattedrale, accendere il Brindellone e far partire così i famosi fuochi d’artificio, con giochi di colori e luci . 

dove inside cathedral

Ad accendere la Colombina sono 3 pietre dal Santo Sepolcro di Gerusalemme, portate secondo la tradizione a Firenze da Pazzino Pazzi, un nobile e coraggioso cavaliere fiorentino durante la Prima Crociata del 1096. 

Se la Colombina arriva al carro e la cerimonia si svolge correttamente è auspicio di buona fortuna per la città e anche se in passato la fortuna rappresentava un buon raccolto, ancora oggi i fiorentini amano continuare quest’antica usanza storica e religiosa.

 

Per uteriori informazioni su questa e altre tradizioni fiorentine, puoi leggere qui https://abcschool.com/it/dopo-le-lezioni#h3-tradizioni-fiorentine

Nel 2020 lo Scoppio del carro, naturalmente, è sospeso. Qui un video della Pasqua a Firenze nel 2019 https://www.youtube.com/watch?v=aMna3nhhptk

Lo studio della lingua italiana però non si ferma e se vuoi fare lezione con noi puoi cliccare qui: https://www.abcschool.com/en/courses/italian-courses-online-skype

 

di Agnese Capaccioli

Resilienza deriva dal verbo latino resilire che significa “rimbalzare”. Fino a qualche tempo fa questa parola era usata solo nel linguaggio tecnico e descriveva la capacità di un materiale di resistere agli urti. Oggi questo termine si è esteso alla sfera della psicologia e viene usato per descrivere la capacità di una persona di affrontare un trauma riorganizzando la propria vita in maniera positiva, ripartendo dalle opportunità favorevoli nascoste dentro a un momento di particolare difficoltà.

Dalla stessa radice latina deriva l’aggettivo resiliente: una persona resiliente riesce a fronteggiare una situazione avversa dando un nuovo slancio alla propria esistenza ponendosi piccoli grandi obiettivi, facendo tesoro degli elementi positivi, anche se pochi o limitati. 

resilienza.blog

Praticare la resilienza ci permette di arricchirci, di imparare e di apprezzare cose nuove e talvolta sorprendenti, di rinascere più forti e consapevoli di sé stessi e del mondo.

Ora più che mai, siate resilienti!

Agnese

Una bella storia di resilienza:

https://www.mymovies.it/film/2008/themillionaire/

Stiamo tutti a casa, ma l'italiano non si ferma: se vuoi informazioni sui nostri corsi di italiano online:

https://www.abcschool.com/en/courses/italian-courses-online-skype

 

di Serena Paci

 

Questa espressione indica che una cosa si trova molto vicina ad un’altra. Scopriamo il perché…

uscio e bottega

Tutti a casa, tutti con il toni

di Brenda Bimbi

Il toni. Solo se sei fiorentino o vivi a Firenze da un po’ sai cos’è il toni. Nel resto d’Italia, non si chiama così, neanche a Siena o a Pisa. L’indumento comodo formato da pantaloni e casacca di cotone, tutti gli altri lo chiamano tuta da ginnastica.

Ma perché a Firenze la tuta sportiva si chiama toni?

Di Brenda Bimbi

 

Nella lingua italiana, per indicare una notizia falsa e infondata, come quelle che girano incontrollate e potenzialmente pericolose soprattutto su internet, diciamo che è una bufala.

Sì, una bufala, proprio come quel grande animale dal cui latte produciamo le buonissime e famose mozzarelle.

Ma perché? 

 cape buffalo 1033953 960 720

 Di Lucy Ross-Stewart, studentessa dell'Università di Bath e della scuola ABC di Firenze

 

La Galleria degli Uffizi è uno dei musei più famosi nel mondo e è il più grande in Italia. È situato al primo e al secondo piano dell’edificio costruito tra il 1560 e il 1580 su progetto di Giorgio Vasari. Contiene sculture di epoca romana, quadri molto conosciuti dall’età medioevale al periodo moderno e alcuni tra i più noti capolavori del Rinascimento.

di Brenda Bimbi

Crepi il lupo!

Hai un esame? Stai cercando un nuovo lavoro? Devi affrontare una situazione difficile?

Un italiano non ti dirà “buona fortuna” ma “in bocca al lupo”.

Pare che questa formula abbia un’origine molto antica e che sia nata come augurio scaramantico per i cacciatori che andavano a caccia nei boschi. La loro risposta era “crepi il lupo” (crepare = morire, il lupo deve morire).

La frase rituale aveva dunque l’intenzione di allontanare il pericolo.

lupo1 blog

di Brenda Bimbi

 

street art blog1

A Firenze, come in buona parte del mondo, esprimersi attraverso il colore usando le strutture urbane è un fenomeno abbastanza diffuso. Alcuni artisti sono molto conosciuti e sono sempre più le iniziative, anche museali, che coinvolgono la street art, sebbene il dibattito a proposito del confine tra arte di strada e vandalismo sia ancora acceso. Le differenze vanno forse ricercate nelle motivazioni, nel perché si decide di intervenire e in che modo.

di Ella Rosie Scriven

Ho viaggiato tanto nella mia vita e ho incontrato tantissime città, culture e persone che mi sono piaciute molto, ma posso assicurarti che Firenze è una delle mie preferite. Firenze non è solamente ricca di storia e cultura, ma anche l'atmosfera è bellissima, proprio come la sua architettura. Quando visito delle nuove città, a parte le attrazioni turistiche, mi piace soprattutto trovare i posti memorabili o quelli che di solito non vengono letti nei blog di turismo. Quindi, ecco una lista delle mie cose preferite da fare nella bella Firenze.

Di Ella Rosie Scriven

 

È giusto dire che quando s’impara una nuova lingua, non c’è nessun modo semplice o facile. Quando salti per la prima volta in una nuova lingua, può sembrare spaventoso e scoraggiante ma tuttavia è interessante e vantaggioso.

Non c’è bisogno di spiegare il fatto che l'apprendimento di lingue nuove apre le porte a carriere, nuove culture, società diverse, storie ricche ... la lista potrebbe continuare molto.

Ho concentrato qui sei punti e aspetti importanti da considerare quando s’impara una nuova lingua, vediamo se voi multilinguisti siete d'accordo con me ...

di Brenda Bimbi

 

Parlare del pane significa parlare di una parte fondamentale della cultura toscana, quella che affonda le radici nella civiltà contadina, nelle famiglie di ognuno di noi, nella nostra infanzia e indietro nel tempo fino addirittura a Dante Alighieri che lo cita nella Divina Commedia.

Impossibile per me non pensare ai miei nonni: il mio bisnonno aveva un mulino a acqua su un piccolo fiume nei dintorni di Firenze, la Greve, dove lavoravano anche i fratelli e i cugini di mia nonna, mentre mio nonno faceva il fornaio. Così quando ero piccola vedevo sempre questi uomini che tornavano a casa infarinati e profumati, lasciando con i piedi orme bianche sul pavimento che le solerti donne di casa si affrettavano a ripulire.

mulino blog

Di Tanja Brenner

Nel 1519 la vita di Caterina ebbe un inizio molto triste. Sua madre morì a pochi giorni dalla sua nascita e anche il padre, Lorenzo II, a causa di un’influenza con febbre molto alta, morì due settimane più tardi. La piccola Caterina, a diciannove giorni era già sola.

caterina medici blog1

di Brenda Bimbi

Se avete l’occasione di essere a Firenze durante le festività pasquali, vi consiglio di non perdere la cerimonia dello Scoppio del Carro che, naturalmente, sarà seguita anche da tantissimi fiorentini e altrettanti turisti.

scoppio carro 3 blog

perdersi acqua blog

di Brenda Bimbi

L’ispirazione per l’articolo di oggi, mi è venuta guardando in alto.

Oggi il cielo è grigio e cade una pioggia leggera ma insistente, tipicamente fiorentina.

Allora mi è sembrato il momento giusto per parlare dei modi di dire con l’acqua. Eccone alcuni.

La visione di film italiani (con o senza sottotitoli) è senz’altro un buonissimo esercizio per chi vuole imparare la lingua e approfondire la conoscenza della cultura italiana. Ecco perché a scuola abbiamo una buona videoteca di cui proponiamo la visione. Tra questi c’è anche “La pazza gioia”, un film del 2016 del regista toscano Paolo Virzì.

la pazza gioia1blog

Ciao tutti, mi chiamo Michaela e sono una studentessa di lingue (l’italiano + il francese) all’università di Bath. L’anno scorso ho trascorso più o meno sei mesi alla scuola ABC, a Sestri Levante ed a Firenze. Il mio soggiorno è stato il più bello della mia vita, e sono molto contenta di aver scelto la scuola ABC.

panorama5 michela blog

Sono arrivata a Sestri Levante a luglio 2017. Prima di arrivare avevo un po’ di paura perché non sapevo cosa aspettarmi. Mi sono trovata in un paese straniero da sola, senza un’amica, in una piccola città sconosciuta. Ma questo sentimento di paura è scomparso subito dopo il mio arrivo: Monica e tutte le insegnanti mi hanno accolto a braccia aperte.

panorama2 michaela blog

La scuola ha l’esperienza con l’istruzione dell’italiano. Ho notato che il mio italiano è migliorato dopo solo una settimana. E anche dopo 4 o 5 mesi, ho continuato a progredire. Le insegnanti ci hanno incoraggiato a parlare italiano in classe, durante la pausa con gli altri studenti, nel pomeriggio quando facevamo le attività diverse, per esempio una gita a Portofino o le Cinque Terre. Le insegnanti sono molto simpatiche e sempre con un sorriso. Anche oggi, mesi dopo la mia partenza sono in contatto con alcune insegnanti, ed è molto bello avere la possibilità di parlare con loro.

panorama 3 michaela blog

Un altro aspetto meraviglioso di essere uno studente della scuola ABC è la possibilità di incontrare e fare conoscenze con gli altri studenti. Durante il mio soggiorno ho incontrato gli studenti provenienti da 5 continenti, e da almeno 15 paesi. Grazie alla scuola posso dire che ho fatto, senza dubbio, delle amicizie per la vita.

Vi aggiungo alcune foto affinché possiate vedere anche voi la bellezza di questo paese splendido.

Michaela.

panorama6 michela blog

 

panorama michaela blog

 

panorama 4 michela blog

 

pinocchio abc blog3

di Brenda Bimbi

Il libro, scritto nel 1881 e uscito a puntate sul Giornale dei Bambini, è stato tradotto in più di 240 lingue (fonte Unesco). Molte e diverse sono state da allora le edizioni, tanti gli adattamenti, e poi film, cartoni animati, musical, versioni teatrali…

magiblog6

di Brenda Bimbi

La festa dell’Epifania (parola che deriva dal greco e significa manifestazione, apparizione) è una delle più importanti del calendario cristiano e celebra l’incontro fra Gesù e i tre Magi che ne riconoscono la divinità, il 6 gennaio, pochi giorni dopo la nascita del Bambino.

Avete incontrato gli insegnanti della scuola ABC durante le lezioni, il personale in segreteria, però fino a che punto li conoscete?

Questa settimana parliamo con Monica, la direttrice della scuola ABC. Sicuramente l’avete già vista in segretaria o forse avete partecipato a uno dei suoi corsi di cucina.

Le piace molto cucinare.

natale per blog2

di Brenda Bimbi

Si avvicina il Natale e Firenze, già dai primi giorni di dicembre, si accende di tante luci colorate. I piccoli vicoli e le strade principali del centro, così come le vetrine dei negozi, si illuminano aumentando il fascino della città.

Fiorentini e turisti, incappucciati per il freddo, camminano veloci per le strade con le mani piene di pacchetti e i negozi restano aperti tutti i giorni per permettere di comprare i regali per amici e familiari.

Ma il Natale a Firenze non è solo shopping.

bandiera per blog

Ospitiamo con piacere nel nostro blog, un articolo che ci hanno inviato da www.eurotrad.it a proposito delle possibilità di lavorare online proprio grazie alla conoscenza della lingua italiana.

Le traduzioni di manuali, così come quelle dei cataloghi, sono sempre più richieste dalle aziende che, per effetto della globalizzazione, sono alla ricerca di soluzioni che consentano loro di valorizzare i propri servizi e di promuovere i propri prodotti anche al di là dei confini nazionali. Per altro, sono molte le imprese attive nei mercati stranieri che devono fare i conti con le difficoltà nell'individuare professionisti specializzati nelle traduzioni di brochure e manuali tecnici: ecco perché coloro che ricercano un impiego in questo settore possono pensare anche di rivolgersi direttamente a multinazionali o aziende di dimensioni più piccole che lavorano con l'estero.


panorama da innocenti blog

di Brenda Bimbi

Firenze, capoluogo della Toscana, è una città di circa 380mila abitanti che accoglie ogni anno un flusso di 4/5 milioni di turisti attirati soprattutto dalle bellezze artistiche che la rendono celebre in tutto il mondo.

Il centro storico di Firenze è stato dichiarato patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO nel 1982 e in effetti, quando si passeggia per le vie e le piazze dove prima di noi hanno camminato Dante, Giotto, Botticelli, Donatello, Brunelleschi, Michelangelo, Leonardo da Vinci…, è come trovarsi in un immenso museo a cielo aperto dove si respira la storia e gli occhi si riempiono di bellezza.

Avete incontrato gli insegnanti della scuola ABC durante le lezioni, il personale in segreteria, però fino a che punto li conoscete?

Questa settimana parliamo con Francesca B., una delle nostre brave insegnanti qui alla scuola.

franci b blog

Di dove sei in Italia, Francesca?

Sono di Firenze, ma per essere precisa non sono nata a Firenze.

Avete incontrato gli insegnanti della scuola ABC durante le lezioni, il personale in segreteria, però fino a che punto li conoscete?

Questa settimana, parliamo con Luisa della sua esperienza alla scuola ABC. È sicuro che l’avete vista in segreteria, sempre disponibile per le vostre domande. Scopriamo la sua storia alla scuola ABC!

Di dove sei in Italia, Luisa?

Io sono di Firenze e vivo qui da sempre.

Avete incontrato gli insegnanti della scuola ABC durante le lezioni e il personale in segreteria, però fino a che punto li conoscete?

Questa settimana, parliamo con Serena B a proposito della sua esperienza alla scuola ABC, quali sono le sue esperienze precedenti e inoltre che cosa preferisce fare nel suo tempo libero.

di Brenda Bimbi

Il gelato è uno dei “gioielli” della cucina italiana, uno degli alimenti più famosi del mondo e il più amato in estate.

Non ci pensiamo quando lo mangiamo, quando ci perdiamo nella sua cremosità e nei suoi tantissimi gusti diversi, ma il gelato ha una storia lunga (e spesso controversa) che comincia molto, molto tempo prima dell’invenzione del frigorifero.

10 cose che vi consiglio di fare per la gita perfetta di un giorno da Firenze

Questo fine settimana, potete andare con la scuola ABC a Siena. Forse non avete considerato molto questa piccola città, ma sono qui per dirvi perché dovreste andarci finché siete a Firenze.

Dopo aver fatto il mio Erasmus a Siena negli ultimi quattro mesi, ho imparato a conoscere e amare questa piccola città in Toscana. È un luogo peculiare dove si fa un salto indietro di 500 anni di storia. È diversa da Firenze in tanti modi, non solo più piccola e più intima, ma anche c’è un forte senso di appartenenza ad una comunità locale.

di Brenda Bimbi

Ponte Vecchio è uno dei ponti più famosi del mondo, attraversato ogni giorno da migliaia di persone. Sono sicura che anche tu hai avuto modo di passarci tante volte durante il tuo soggiorno studio a Firenze o lo farai se verrai in futuro.

La sua storia, naturalmente è molto lunga, ma qui puoi trovare gli episodi più importanti e alcune curiosità.

di Brenda Bimbi

È arrivata l’estate!

Fa caldo, il sole splende nel cielo azzurro e la voglia di andare al mare diventa sempre più grande. Così, mentre per le vie del centro storico i turisti stanno come sardine e qualche studente vorrebbe marinare la scuola per stare disteso in piscina o su una spiaggia, ho pensato di aiutarti ad andare a gonfie vele e di spiegarti alcuni modi di dire italiani che hanno origine da un contesto marinaio.

di Brenda Bimbi

Firenze si sa, è bellissima! Palazzi, chiese, sculture… l’arte è ovunque, ma se prima di perderti  tra le piccole strade e le piazze della città vuoi dare uno sguardo d’insieme, puoi scegliere uno di questi punti panoramici, o magari anche tutti!

di Maria Serena Balestracci

Una piccola moneta tutta d’oro -  a 24 carati – dal peso di circa 3,5 grammi.  Firenze, nel 1252, crea una valuta destinata a dominare, incontrastata, su tutti i mercati del tempo per molti anni: il FIORINO.

La Firenze del XIII secolo è in piena crescita: siamo al tempo di Dante e Giotto e – nonostante le terribili lotte tra guelfi e ghibellini – la città è riuscita a trovare una maggioranza di governo stabile basata su una classe nuova e in ascesa, quella dei grandi mercanti del Popolo.  Non sono nobili ma sono molto ricchi e producono lavoro e ricchezza: commercianti e banchieri, piccoli e grandi artigiani; hanno accesso al potere attraverso le corporazioni di lavoratori cittadine, le ‘Arti’.

di Brenda Bimbi

Tante, tantissime sono le leggende e le curiosità sulla storia di Firenze. Passeggiando per le strade, se riusciamo a distogliere gli occhi e l’attenzione dai monumenti maggiori, non è difficile trovare lapidi, segni, piccole sculture o altre particolarità che ci portano indietro nel tempo.

Se hai la fortuna di andare presto a Firenze, ecco 17 cose che si deve assolutamente fare quando si è lì. La maggior parte di queste cose sono budget-friendly oppure sono gratis quindi sono perfette se sei uno studente e vuoi viaggiare senza spendere tanti soldi.

 di Brenda Bimbi

Un’iris rossa in campo bianco è il simbolo della città di Firenze, fondata dai romani nel 59 avanti Cristo lungo le rive del fiume Arno, in una zona dove crescevano (e crescono) spontanei questi eleganti fiori. Le più comuni che si possono ancora trovare passeggiando per le colline nei dintorni della città sono viola pallido e viola scuro. L’iris fiorentina, bianca con leggere venature azzurre, oggi è più rara ma un tempo era molto diffusa.

iris poppiano1.700

Qui comincia l’avventura del Signor Bonaventura…

Così iniziavano tutte le storie di un fumetto che è stato stampato per la prima volta 100 anni fa, nel 1917, sul Corriere dei Piccoli dalla penna di Sergio Tofano. Famosissimo tra gli italiani che sono stati bambini nel secolo scorso e molto meno tra quelli di oggi, il signor Bonaventura è un uomo buono e ingenuo ma ha la fortuna sempre dalla sua parte.

Forse sarà perché quando ero piccola leggevo quei fumetti, o forse sarà per invocare la buona sorte, ma il signor Bonaventura mi viene sempre in mente quando inizio qualcosa di nuovo e allora vi dico:

Qui comincia l’avventura e invito tutti alla lettura del nostro nuovissimo ABC blog!