Informazioni generali sui corsi

in classe sorriso 700x350

Alla scuola ABC di Firenze è possibile scegliere tra un’ampia gamma di programmi di studio che soddisfano le più diverse esigenze. 

I corsi in gruppo affrontano la lingua italiana da un punto di vista generale, ma completo per quanto riguarda le strutture linguistiche e comunicative;

per chi ha particolari interessi o necessità anche lavorative, ci sono corsi combinati che uniscono le lezioni in gruppo con lezioni individuali focalizzate su specifici argomenti (italiano commerciale o turistico, linguaggio settoriale, preparazione di esami di certificazione, traduzione dall’inglese all’italiano);

i corsi di lingua e cultura privilegiano, accanto alla conoscenza della lingua italiana, determinati aspetti culturali a scelta dello studente (storia dell’arte, letteratura, storia, moda, design, enogastronomia);

il programma 50+ è studiato per chi ha più di 50 anni e preferisce studiare la lingua a un ritmo più confacente ad un’età adulta, con la possibilità di avere un programma di attività culturali dedicate con un’insegnante che li aiuterà a conoscere e scoprire Firenze, la sua storia e le tradizioni;

poiché la cultura italiana passa anche attraverso il buon cibo, abbiamo creato dei programmi che uniscono lo studio della lingua anche con questo aspetto tipicamente italiano: la lingua italiana e la cucina non avranno più segreti;

per gli studenti delle scuole superiori e dei college che viaggiano insieme ai loro insegnanti in Italia, i corsi per gruppi junior e gruppi scolastici abbinano lezioni in classe con attività da svolgersi fuori e visite a musei e monumenti;

chi sta programmando una vacanza in Italia e vuole imparare un po’ di italiano di base per poter avere un primo contatto con gli italiani, potrà trovare utili i nostri programmi individuali o di gruppo per l’italiano in vacanza.

insegnanti e yumi.700x350

Lezioni di grammatica: cosa facciamo

Nella prima parte della mattina (dalle 9:00 alle 10:30) le lezioni si concentrano sulle strutture linguistiche. 

Gli insegnanti, con letture ed esempi pratici che si basano anche sul metodo induttivo, portano gli studenti a conoscenza degli strumenti grammaticali. Si lavora anche sulla pronuncia, sul vocabolario, la lettura e la scrittura di testi, bilanciando con attenzione tutti gli aspetti della lingua.

Le dispense di grammatica utilizzate in classe sono scritte, curate e aggiornate dalla scuola ABC e sono fornite agli studenti al loro arrivo a scuola.

Lezioni di conversazione: cosa facciamo

Nella seconda parte della mattina (dalle 10:45 alle 12:15) privilegiamo le strutture comunicative: gli studenti sono seguiti e incoraggiati a usare in modo pratico e attivo le abilità imparate a grammatica. Teniamo in considerazione la correttezza morfosintattica ma anche la capacità espressiva e la comprensione orale facendo uso di materiale didattico ampio e diversificato che va da letture e ascolti autentici a materiale audiovisivo o attività didattiche costruite per esercitare specifiche competenze linguistiche.

in classe bre 700x350

I livelli

Gli studenti sono inseriti nelle classi secondo il livello di conoscenza della lingua italiana.

La valutazione del livello è affidata a un test scritto di grammatica per verificare la padronanza delle strutture (il test può essere fatto on line prima di arrivare a scuola o viene spedito per e-mail o eseguito la mattina stessa) mentre un piccolo colloquio orale ci permetterà di capire le capacità espressive e comunicative.

Gli studenti riescono a coprire il programma di un livello con una media di quattro settimane. La frequenza delle lezioni non garantisce in alcun modo il passaggio al livello successivo: gli insegnanti comunicheranno alla direzione l’idoneità dei singoli studenti o le loro difficoltà in modo che ognuno possa seguire un percorso il più possibile adatto alle proprie capacità di apprendimento.

Alla scuola ABC di Firenze vengono normalmente insegnati tutti i livelli (da A1 a C2 del QCER, Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue) anche se i livelli alti sono meno richiesti.

Il QCER suddivide gli apprendenti delle lingue straniere in base alla loro capacità di comprensione e di interazione come segue:

Apprendente Basico

A1

Riesco a capire e usare espressioni familiari di uso quotidiano e frasi molto semplici per rispondere a bisogni concreti. So presentare me stesso/-a e altri, e so domandare e rispondere su dati personali: dove vivo, le persone che conosco, le cose che possiedo. Interagisco in modo semplice se gli altri parlano lentamente e chiaramente e collaborano.

A2

Capisco frasi ed espressioni pratiche di uso frequente (informazioni personali e familiari di base, acquisti, geografia locale, lavoro). Comunico in attività semplici e di routine in uno scambio di informazioni semplice e diretto su argomenti familiari o abituali. Descrivo in modo semplice alcuni aspetti della mia vita e del mio ambiente, e argomenti che si riferiscono a bisogni immediati.

Apprendente Indipendente, Autonomo

B1

Sono in grado di capire i punti principali in una conversazione di tipo standard su contenuti familiari regolarmente incontrati al lavoro, a scuola, nel tempo libero. So cavarmela in molte situazioni durante un viaggio in un paese dove si parla la lingua oggetto del mio studio. Scrivo testi semplici e coesi su argomenti familiari o di mio interesse. So descrivere esperienze e eventi, sogni e speranze, ambizioni, e espongo, anche se brevemente, ragioni e spiegazioni per opinioni e progetti.

B2

Posso capire le principali idee contenute in un testo complesso su argomenti astratti o concreti, comprese le discussioni tecniche nel mio campo di specializzazione. Interagisco in modo sufficientemente fluente e spontaneo anche con i parlanti nativi senza eccessivo sforzo da entrambe le parti. Sono in grado di produrre testi chiari e articolati su un’ampia gamma di argomenti e posso esporre la mia opinione su svariate tematiche chiarendo i vantaggi e gli svantaggi delle varie opzioni.

Apprendente Competente

C1

Comprendo un’ampia gamma di testi, anche lunghi, ne individuo il significato implicito. Mi esprimo fluentemente e spontaneamente senza un troppo sforzo di ricerca delle parole. Uso la lingua in modo flessibile e adeguato agli scopi sociali, accademici e professionali. Produco testi chiari, ben strutturati, articolati su argomenti complessi, controllandone le strutture discorsive e i meccanismi di coesione.

C2

Capisco senza sforzo praticamente tutto ciò che sento o leggo. Posso riassumere informazioni da diverse fonti orali e scritte ricostruendo gli argomenti in un testo coerente. Posso esprimermi spontaneamente in modo molto fluente e preciso, mettendo in evidenza le più sottili sfumature di significato anche nelle situazioni particolarmente complesse.

lettere 700x300